logo
english English version HOME CHI SIAMO SERVIZI ATTREZZATURE CONTATTI LINKS
linea
INDAGINI IN SITU

RILIEVI E MONITORAGGI

PROGETTAZIONE E CONSULENZE


piezocono sismico
MODALITA' ESECUTIVE DI PROVA PENETROMETRICA STATICA CON PIEZOCONO SISMICO (SCPTU)

La prova penetrometrica statica elettrica con piezocono sismico consiste nell'infissione nel terreno di un piezocono standard all'interno del quale sono inseriti tre geofoni o accelerometri per la misura della velocitā di propagazione nel terreno delle onde sismiche di taglio S e di compressione P.

Le modalitā esecuitve della prova seguono le normative tecniche standard della classica prova con piezocono la cui infissione viene arrestata ad intervalli regolari di 1,00 metro per effettuare l'acquisizione dei dati sismici tramite sensori e sismografo: la prima acquisizione dati viene effettuata ad una profonditā non inferiore a 3,00 metri dal piano campagna (inizio prova) a causa della breve distanza e quindi del brevissimo tempo d'arrivo da misurare.



Una appropriata sorgente di segnale sismico, per il calcolo della Vs, deve preferenzialmente generare onde di taglio di larga ampiezza con poca o nessuna componente compressionale.

Il sistema di energizzazione del terreno (sorgente delle onde di taglio) č per cui costituito da una pesante traversina in legno (dimensioni: 1500X250X250 mm). con imbullonate due piastre di ferro (dimensioni: 250X250X25 mm) alle terminazioni della trave, e caricata con uno stabilizzatore dell'autiocarro del penetrometro in modo tale che le terminazioni della traversina siano situate ad una distanza non superiore a 3,00 metri dalla verticale di prova. Le piastre di ferro inbullonate alle terminazioni verranno colpite con una mazza da 7 kg di peso e/o da un martello di 18 kg di peso azionato tramite sistema a pendolo sostenuto da apposita struttura.

    

Ad ogni metro di profonditā verrā anche utilizzato, come sorgente di energizzazione per produrre in modo predominante onde compressionali P, un colpo verticale di mazza da 7 kg di peso su di una piastra di 300 mm di diametro e 25 mm di spessore posizionata anch'essa ad una distanza non superiore a 3,00 metri dalla verticale di prova.

Durante l'energizzazione del terreno le aste saranno svincolate dal penetrometro in modo tale che le vibrazioni dell'autocarro non possano trasmettersi ai sensori sismici attraverso le aste di perforazione.

>> Pagina Precedente
linea
UNINGEO
info@uningeo.it
Via G. Marconi, 52
35122 PADOVA